NON....C'E' POSTA PER TE

NON….C’E’ POSTA PER TE

Cari lettori,
mi rivolgo in particolare agli amici di MASTROMARCO e LAMPORECCHIO.
Vorrei parlare di una questione un po spinosa, che da qualche tempo a questa parte è motivo di discussione e intrattenimento nei locali pubblici della zona…LA POSTA!

Fino ad Agosto la consegna della posta (si intende quella che arriva a casa), è stato un servizio eccellente, non è un’esagerazione, era davvero eccellente!! Il carissimo postino e amico di tutti che io simpaticamente chiamavo l’usignolo, perché arrivava sempre fischiettando, oltre a suscitare il buon umore della nostra comunità di prima mattina, era sempre puntuale. Se non ci trovava in casa, la posta ce la portava di pomeriggio ma purtroppo le cose belle (che funzionano), prima o poi finiscono e così è stato. Il nostro postino ci ha lasciati, nel senso che è andato a lavorare altrove, e augurandogli in coro…in bocca al lupo le cose per Noi sono cambiate in peggio!!

Ultimamente stiamo tutti soffrendo di una forte crisi di identità ed i nuovi postini, stanno mettendo a dura prova i nostri nervi già fragili. Per carità, l’errore può succedere, ma se sulla busta c’è scritto(esempio) Terenzi, perché viene lasciata a me che sono Ferrara?..O ancora..se io abito al  numero 10, come mai la mia posta si trova al 128? Per fortuna nei paesi ci si conosce tutti o quasi.. quindi il buon senso “civico”(mai riferimento fu più appropriato), ci suggerisce di fornire un servizio che di fatto non spetta a noi, cioè portare la posta ai vicini.

scrivo questo articolo, per evidenziare quello che ormai sta diventando un vero problema, che crea disagio e nervosismo tra i cittadini. Cittadini che spesso hanno delle scadenze da rispettare e si trovano a dover pagare more sulla bolletta, perché  arrivata in ritardo.

Quando io personalmente ho chiesto al postino spiegazioni su un documento importante che tardava ormai due settimane dalla spedizione, di tutta risposta mi è stato detto: Giovanni vi ha abituati male!! e se proprio vuole saperlo, nelle grandi città la posta arriva anche un mese dopo!…lascio a voi il commento.

sta di fatto che dopo varie lamentele al comune, che ci rispedisce alla posta, che ci manda in sede centrale per il reclamo etc etc…nessuno fa niente per porre rimedio a un servizio che prima era impeccabile, mentre ora è mediocre.

saremo anche abituati male e si sa….le brutte abitudini sono dure a morire.