Sguardi di cielo: la Festa di Santa Maria Assunta

Sguardi di cielo: la Festa di Santa Maria Assunta

Il 15 Agosto è la solennità della Beata Vergine Maria Assunta in Cielo. La Madonna, essendo pura e nata senza peccato, appena morta fu portata in cielo dagli Angeli e lì ritornò viva in anima e corpo. Il Signore le rese grandi onori e, poco dopo, la incoronò Regina. I nostri vecchi, come il mio nonno Fortunato Sensi, nato nel 1878, dicevano: -“E’ la festa di Santa Maria di mezz’Agosto”- e la sera della vigilia facevano un falò, un grande fuoco fuori, nei campi, per farle luce. Erano gli anni ’50 e noi bambini, i miei amici Emanuela, Sonia, Antonio e io che abitavamo in un grande casato di campagna, cominciavamo una settimana prima a raccogliere a legna. Quando era buio, il nonno o il babbo, o Guido Vanni l’accendevano e tutti stavamo a guardare contenti.
Tante persone facevano come noi e quella sera tutto il Montalbano brillava di tante luci rosseggianti: erano i falò. Allora non c’era l’acqua corrente e il fuoco veniva fatto vicino al bozzo e gli uomini per spengerlo ne prendevano l’acqua col “ramino”, un secchio a cui era applicato un lungo bastone che fungeva da manico.
Ora l’usanza del “fuoco” si è persa e non lo fa quasi più nessuno, ma nel periodo di svago e di riposo, se possiamo, affidiamo un nostro momento alla Madonna per avere protezione nei nostri viaggi.